Italian English Portuguese Spanish

La rivoluzione degli "Zè": la creatività brasiliana

 

La creatività brasiliana, riconosciuta in tutto il mondo, è capace di creare soluzioni che  paesi sviluppati  non riescono vedere. È qualcosa di nostro, culturale, forgiato nella storia come conseguenza di lotte per la sopravvivenza. Parlo non solo di creativitá nelle arti ma nel modo  di costruire la vita.

Nello Stato del Ceará, recentemente, abbiamo visto il segmento dei piccoli  supermercati  fare fronte  alla crisi originata dalla implacabile invasione  delle multinazionali. Simile a quello che é sucesso in Italia all’inizio del 2000, cui la principale risultante è la scomparza dei piccoli negozi di paese,che secondo me, è un aspetto fundamentali della crisi atuale.

In Brasile la conseguenza della suddetta globalizzazione si è dimostrata seria e grave per i micro e piccoli impreenditori. Per fortuna, è successo che um “Zé” (proprietario di piccolo negozio) ha percepito che è possibile affrontare i “Grandi”. Senza lottar contro, ma cercando nuove possibilità. Associandosi ad altri”Zè” si è capito di poter essere forti sufficentemente per mantenere il poter di acquisto ad un livello tale di permettere la sopravvivenza e l’espansione degli stessi, il tutto in considerazione del fatto che i fattori che caratterizzano la sopravivenza sono la quantità e il prezzo.

Hanno creato Reti di supermercati lanciando una rivoluzione nel settore. Oggi sono forti e diventati “Grandi”.Qualcuno addirittura gigante del settore.Movimentano il 10% del PIB dello stato del Ceará,qualcosa come 9,6 miliardi di reais all’anno! Crescono com una tassa del 7%,superando quella dello stato del Cearà che è stata nel 2013 del 3,5%.

Pur non conoscendo molto bene i concetti di marcketing e di gestione,gli aspetti che hanno garantito il risultato sono stati l’unione , la conoscenza profonda della loro clientela e la grande certezza di poter vincere! Ce l’hanno fatta!!

L’aumento della clientela di classe media, ha favorito il risultato. Oggi ogni 12 ore, un milione di abitanti di Fortaleza entra in un supermercato! Sono gli ”Zé” vendendo e comprando! Che adesso vogliono più varietà di prodotti importati e con prezzi acessibili.

L’Italia avrebbe molto da guadagnarci adottando questo grande esempio in molteplici sue attivitá.

Rijarda Aristotele Giandini, consigliere CCIE Nordeste per gli Affari Internazionali.

(articolo tradotto dall'originale in portoghese pubblicato dal quotidiano "o Povo").

share